Top Story

MOG 231 Risk Assesment

I controlli di adeguatezza e idoneità dei MOG 231

13 July 2021

di Marco AVANZI

Uno degli aspetti rilevanti dell’attività di vigilanza dell’OdV (Organismo di Vigilanza) è il monitoraggio sull’idoneità e adeguatezza del MOG (Modello Organizzativo Gestionale) che si esplica altresì nella verifica delle fasi di risk management attuate da un’organizzazione.

Il risk assessment è probabilmente la parte fondamentale del sistema di monitoraggio e controllo del rischio reato all’interno di una organizzazione e da tale esercizio ne derivano conseguenze fondamentali:

– la predisposizione di misure di controllo e protocolli idonei ed adeguati,

– la predisposizione di flussi di comunicazione e reporting,

– la pianificazione di controlli da parte dell’organizzazione dell’OdV.

Continua a leggere

English Premier Leaugue Calcio

Governance e Proprietà nel calcio: opportunità per un revisore indipendente

08 July 2021

Redazione

Gli scandali che coinvolgono i Club calcistici nonché le Federazioni sportive nazionali ed internazionali e riportati da giornali e TV di tutto il mondo sono la dimostrazione di quanto il settore sportivo sia in ritardo nella gestione della governance aziendale e nell’implementazione di policy adeguate.

La causa di questa sofferenza è da ricercare, da un lato nella tradizione più che decennale di politiche di autoregolamentazione e, dall’altro, nella rapida espansione – del settore – che non ha precedenti.

Questi i temi del Seminario “Economic Crime Series: Governance and Ownership Issues in Football” organizzato online dall’Università di Portsmouth con la collaborazione di Risk & Compliance Platform Europe e a cui hanno partecipato la prof.ssa Lisa Jack in qualità di moderatore e il dr. Rob Wilson e la dr.ssa Christina Philippou, come relatori.

Continua a leggere

Legge Whistleblowing

Verso una legge globale a difesa del whistleblower

06 July 2021

di Caroline RAAT

È facile pensare che frodi, riciclaggio di denaro, corruzione e violazioni dei diritti umani avvengano principalmente “in un’altra parte del mondo”. Però, a seconda della prospettiva, tutti noi viviamo “nell’altra parte del mondo” per cui, questo paradigma non aiuta quando si guarda all’integrità, alle malefatte e a coloro che cercano di prevenirle e segnalarle. E, non aiuta soprattutto in una società globalizzata.

Invece, è tempo di riconoscere che le persone sono persone e che le violazioni dell’integrità (e la disonestà) avvengono in tutto il mondo.

E le ritorsioni verso gli informatori (whistleblowers) che riportano le malefatte sono universali: né i singoli trasgressori né le organizzazioni – che non sono riuscite a intercettare i whistleblower – intendono essere smascherate. Di solito le organizzazioni si trovano in una posizione di forza per cui possono minacciare gli informatori o addirittura fargli di peggio. Le violazioni e le ritorsioni hanno tipologie e dimensioni diverse.

Gli informatori hanno bisogno della migliore protezione e di supporto legale e finanziario. Non solo per il loro bene ma soprattutto perché denunciare illeciti è nell’interesse generale di tutti noi.

Continua a leggere

Parita di genere - Gender equality

Il rinnovamento dei CdA delle banche passa dalla parità di genere

02 July 2021

di Ingrid GACCI

Celebriamo idealmente 10 anni (28-06-2011) dall’approvazione della Legge Golfo-Mosca con una settimana di articoli al femminile, firmati dalle nostre autrici.

La parità di genere è un tema sentito e ricorrente sia nel panorama italiano sia in quello europeo.

In questo ambito, una notizia recente riguarda la Banca Centrale Europea che porta sul tavolo dei CdA delle banche la richiesta ad agire concretamente con la nomina di esponenti donne nei Consigli d’Amministrazione. Non solo, ma la parità di genere diventa oggetto della vigilanza attiva della BCE. Infatti, per le banche inadempienti, si profilano adeguate sanzioni attraverso la c.d. “SREP letter” (parte del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale di ogni banca) e addirittura l’obbligo per le banche che non ottemperassero alla SREP letter.

Continua a leggere

GDPR Telecamere Termiche

Misurazione della temperatura, la pronuncia inedita del Garante spagnolo

30 June 2021

di Michela BARBAROSSA

Celebriamo idealmente 10 anni (28-06-2011) dall’approvazione della Legge Golfo-Mosca con una settimana di articoli al femminile, firmati dalle nostre autrici.

Il Garante per la protezione dei dati personali spagnolo ha ritenuto che l’uso di telecamere termiche volte alla misurazione della temperatura corporea nel contesto dell’emergenza sanitaria Covid-19 non rientra nell’ambito di applicazione del GDPR.

L’Agenzia Spagnola per la protezione dei dati personali ha emesso, lo scorso 24 maggio, una decisione sicuramente innovativa e rilevante per un considerevole numero di imprese Titolari del trattamento.

Continua a leggere

Legge 120 2011 Golfo Mosca

Legge Golfo-Mosca. I primi dieci anni

28 June 2021

di Florinda SCICOLONE

Celebriamo idealmente 10 anni (28-06-2011) dall’approvazione della Legge Golfo-Mosca con una settimana di articoli al femminile, firmati dalle nostre autrici.

“Stiamo per votare una proposta di legge che mi onoro di aver pensato, condiviso e presentato come prima firmataria, è per me un grande giorno, ma credo che lo sia per tutte le donne italiane…”.

Sono le parole pronunciate, dall’On. Lella Golfo alla Camera del Deputati, in occasione della dichiarazione di voto il 28 giugno 2011, giorno nel quale venne votata e approvata la Legge 120/2011, meglio conosciuta come Legge Golfo-Mosca.

Nel giorno che ricorre il decennale della Legge ritengo interessante ricordare quale era la fotografia dei CdA e dei collegi sindacali delle quotate al momento in cui venne approvata la normativa medesima.

Continua a leggere

IFRS 17

IFRS17 – Una rivoluzione nel mondo assicurativo: il case study

25 June 2021

di Piergiorgio CELSI

Applicazione e principali criticità

Nel Maggio del 2017, il board dell’International Financial Reporting Standard, noto come IFRS, ha pubblicato il nuovo requisito contabile per le compagnie assicurative, in vigore dal Gennaio 2023, dopo un amendment che ne ha spostato la data di entrata in vigore dal Gennaio 2021.

Il nuovo Standard rivoluziona il mondo assicurativo introducendo un approccio orientato all’applicazione present value dei contratti.

Continua a leggere

Organismo di Vigilanza

Compiti e Responsabilità nel D.Lgs. 231/01: il ruolo dell’OdV

23 June 2021

di Maurizio RUBINI

L’8 giugno 2021 il D.Lgs. 231/2001 ha compiuto 20 anni. Una lunga storia quantomai attuale anche in ragione del continuo aggiornamento e delle potenzialità applicative della norma che ha segnato il passaggio del diritto penale italiano nell’era della compliance “preventiva”.

Negli ultimi tempi, poi, anche a seguito delle conseguenze della recente pandemia, gli enti hanno maturato una sempre più crescente consapevolezza dell’importanza di dotarsi di sistemi di prevenzione volti a limitare il rischio di commissione di reati al loro interno e di conseguenza è cambiato anche il ruolo e l’approccio dell’Organismo di Vigilanza (OdV).

Continua a leggere

Condotta Impresa Responsabile

Come identificare rischi e fattori di RBC a partire dagli stakeholder

21 June 2021

di Marco AVANZI

Per le aziende che si trovano a considerare il tema del proprio agire in maniera responsabile (RBC, Responsible Business Conduct) e il dovere di diligenza in ottica Corporate Social Responsibility (CSR) è utile affrontare gli step pratici per implementare un framework di base che possa considerare in ottica risk based la RBC e integrarla nei propri processi.

Tralasciando il mondo finanziario che trova già nell’EBA e nelle varie financial authority riferimenti specifici e tassonomici su cosa considerare e in quale modo, la più grande sfida è probabilmente per le imprese non finanziarie nel dover gestire questa accountability in modo strutturato e organizzato.

Fondamentale per approcciare il tema dei rischi che possono impattare sugli obiettivi da perseguire in ottica RBC può essere d’aiuto un concetto mutuabile dalle linee guida dell’EBA: il concetto di “double materiality”.

Continua a leggere

FED Report Powell Giugno

FED: non è ancora tempo di “pensare di pensare” al tapering

17 June 2021

di Ivo INVERNIZZI

1. La sottile differenza tra ‘buoni progressi’ e ‘ulteriori e sostanziali progressi’ dell’economia

Prima dell’annuncio monetario Fed del 16 giugno, era convinzione diffusa che, a causa del recente dato d’inflazione sorprendentemente forte, era probabile che l’istituto bancario centrale americano desse il via alla discussione riguardo l’uscita dalla sua politica monetaria ultra-accomodante.

Del resto, le dichiarazioni rilasciate dagli alti funzionari della Fed erano suscettibili di un’interpretazione in qualità di prove che testassero le reazioni del mercato al sentore di un possibile futuro tapering. Si noti che, contrariamente a quanto era avvenuto nel 2013 in occasione del cosiddetto ‘tapering tantrum’ di matrice Bernanke, i primi accenni di inversione di tendenza questa volta non avevano sortito movimenti repentini di mercato; ragion per cui il mood Fed sarebbe forse stato orientato a maggior cautela.

D’altro lato, era ragionevole prevedere che, i dati macroeconomici di recente pubblicazione non fossero ancora abbastanza robusti da consentire alla Fed la segnalazione del tapering già nello Statement di giugno. Già nell’annuncio di aprile, Powell aveva invocato, non uno ma ‘una serie’ di dati forti sul mercato del lavoro già all’inizio di aprile. A seguito della innegabile delusione originata dai deboli dati macro di aprile, i dati di maggio sarebbero stati preferibilmente forti. Era peraltro innegabile che, un solo buon rapporto non coincideva certamente con una ‘serie’ di dati positivi desiderati da Powell. Si noti che, il primo autentico passo nella direzione di normalizzazione della politica monetaria statunitense corrisponderà al ridimensionamento degli acquisti di bond.

Se osserviamo l’evoluzione del quantitative easing pandemico, fino a questo momento la Fed ha acquistato titoli per un valore mensile di 120 miliardi di dollari.

Continua a leggere