Top Story

Lobbying

Lobbying, rappresentanza d’interessi e lungimiranza politica

18 September 2020

di Gennaro Giancarlo TROISO

“Miss Sloane” è un film del 2016. L’attrice protagonista (Jessica Chastain) è perfetta nel ruolo di Elizabeth Sloane, la lobbista più ricercata e formidabile di Washington.  Miss Sloane è fredda, essenziale, pragmatica e vera nei rapporti che conduce, tanto nella vita personale che sul lavoro, conscia di poter essere sempre osservata e potenzialmente attaccata su aspetti anche personali che lei possa non controllare.  È una persona retta, dotata di coscienza e moralità, capace di scelte anche scomode per se stessa.

Il film, interessante, mi ha stimolato a riflettere su una particolare attività, che senza voler scoprire nulla di nuovo, personalmente trovo specchio di culture sociali, di linee di pensiero – ma potrei dire di valori – molto diversi da una sponda all’altra dell’Atlantico.

Continua a leggere

Cina-Europe

Cina vs UE: poco spirito di squadra fra gli Stati avvantaggia la Cina

16 September 2020

Redazione

Cambiano le relazioni con la Cina? È probabile di sì.

Proprio nei giorni scorsi è stata pubblicata l’analisi della Corte dei Conti europea(1) che è un forte monito ai rischi connessi alla strategia degli investimenti di aziende cinesi – che sono quasi sempre a guida statale – in Europa.

Nel modus operandi dell’Europa dovrà prevalere la collaborazione fin dove possibile ma soprattutto la fermezza delle posizioni per difendere i valori e non compromettere gli interessi europei.

Continua a leggere

AML Antiriciclaggio

La richiesta dell’EBA alla UE: razionalizzare la normativa antiriciclaggio

14 September 2020

Redazione

L’appello dell’EBA è chiaro. L’era dell’interpretazione della normativa europea per contrastare il riciclaggio e la criminalità finanziaria deve finire. Occorre che la UE si impegni per stabilire un insieme uniforme di regole e che le stesse siano vincolanti per tutti gli Stati membri.

Solo in questo modo, si può combattere efficacemente il riciclaggio di denaro ed il finanziamento del terrorismo. Questo è il contenuto del parere dell’Autorità bancaria europea (European Banking Authority – EBA) indirizzato alla Commissione Europea e pubblicato giovedì scorso, 10 settembre.

Continua a leggere

Lagarde BCE

Lagarde: ripresa economica o inflazione?

10 September 2020

di Ivo INVERNIZZI

1. ATTESE DEI MERCATI: TASSI, INFLAZIONE, QUANTITATIVE EASING, EURO

Come negli ultimi interventi BCE anche in occasione dell’annuncio monetario del 10 settembre 2020 una parte del mercato era propensa ad attendere una o più possibili manovre entro il consueto ‘arsenale’ di strumenti a disposizione includente: tassi negativi, forward guidance, acquisti di asset obbligazionari, finanziamenti bancari a -1%, variazioni sul tema TLTRO o addirittura modifiche al multiplo del tiering.

D’altro lato, un’altra considerevole parte del mercato aveva già scontato l’annuncio del 10 settembre come un possibile ‘non event’. Continua a leggere

Cybercrime Attacchi Informatici

Piccole e medie imprese, consigli pratici per ridurre i rischi da cybercrime

09 September 2020

Redazione

Le PMI sono più restie ad adottare misure di sicurezza informatica rispetto alle grandi società, esponendosi così a molti più rischi rispetto alle grandi aziende. Gli imprenditori sottovalutano i rischi del cybercrime per la loro azienda e perché spesso pensano che non accadrà a loro.

Purtroppo il criminale informatico prende facilmente in ostaggio proprio i computer delle aziende meno protette, ad esempio, bloccandoli totalmente tramite un attacco ransomware(1) e liberandoli solo dopo aver ricevuto del denaro in cambio (spesso in cryptovaluta). Oltre al danno economico immediato abbiamo anche quello reputazionale come nel caso in cui le informazioni aziendali sensibili, o peggio ancora i dati dei clienti aziendali, finiscano nelle mani dei criminali informatici.

È vero che le risorse delle PMI sono più limitate, ma fortunatamente, come vedremo qui di seguito, sono sufficienti alcuni semplici accorgimenti per ridurre significativamente i rischi da attacchi informatici.

Continua a leggere

Lavoro Agile

L’approccio Agile rende il lavoro più efficiente e piacevole

07 September 2020

Redazione

L’approccio Agile in team multidisciplinari è il metodo che rende il lavoro più piacevole e garantisce un servizio migliore ai clienti che possono essere sia esterni, sia interni (altri uffici e reparti aziendali).

I tre fattori determinanti e di successo sono: a) lavorare in team multidisciplinari, b) gli sprint e c) l’impiego delle competenze. La conferma arriva da studi recenti che mostrano come questo modo di lavorare oltre che tradursi in benefici per la clientela comporti anche una maggiore soddisfazione per tutto il personale.

Va considerato che l’approccio Agile mitiga notevolmente il rischio di fallimenti nel medio-lungo termine rispetto ai metodi di lavoro tradizionali. Infatti, il procedere a piccoli passi (gli sprint) che durano al massimo 1 mese e coinvolgono tutte le competenze fa sì che un eventuale problema o imprevisto venga immediatamente rilevato e risolto senza che le spiacevoli sorprese si concentrino alla fine dell’intero progetto determinando pesanti ritardi sull’erogazione del risultato finale.

Continua a leggere

Exit-Strategy-Cloud

Exit Strategy dal Cloud. La Guida della Federazione Bancaria Europea

04 September 2020

Redazione

Le istituzioni finanziarie possono dare in outsourcing, le funzioni critiche o quelle più importanti, ai fornitori di servizi cloud (CSP, Cloud Service Providers).

Nel corso del 2019 l’EBA (European Banking Authority) ha pubblicato le Linee Guida(1) che definiscono l’accordo quadro per la declinazione dei successivi accordi di outsourcing. Gli orientamenti EBA richiedono che gli enti dispongano di una strategia di uscita (Exit Strategy) completa, documentata e sufficientemente testata (compreso un Exit Plan ossia un piano di uscita obbligatorio) dal momento in cui danno in outsourcing le funzioni critiche.

Per supportare le banche europee, le Autorità Nazionali Competenti ed i CSP-Cloud Service Providers, la Federazione Bancaria Europea (EBF) ha pubblicato, qualche settimana fa, la Linea Guida EBF(2) sui test relativi ai piani di uscita (Exit Plan), con l’obiettivo di fornire un approccio armonizzato ai requisiti di vigilanza ai sensi degli orientamenti EBA.

Continua a leggere

Commodity-MiFID-II

La revisione della MiFID II nell’era COVID: primi tentativi di deregolamentazione del mercato delle commodity

02 September 2020

di Luca POMPEI e Damiano DI MAIO

La crisi provocata dal Corona virus sembra rappresentare un motivo di riflessione per una (de)regolamentazione dei mercati finanziari con probabili ed interessanti conseguenze sull’architettura normativa europea.

A tale riguardo, la Commissione Europea ha pubblicato il 24 luglio u.s. la proposta di modifica (la “proposta”) della Direttiva 2014/65 (la “MiFID II”)(1) la cui ratio è – in generale – fondata su una riduzione di alcuni oneri amministrativi e regolamentari in capo ai prestatori dei servizi di investimento ed agli operatori di mercato delle commodity, al fine di agevolare la ripresa dalla crisi della pandemia COVID-19(2).

Continua a leggere

Economia-Verde

L’attuazione della tassonomia UE: contenuti e implicazioni

31 August 2020

Redazione

La Commissione UE di Ursula von der Leyen ha varato il Green Deal per rendere l’economia europea più sostenibile. Al fine di raggiungere gli obiettivi di:

neutralità climatica, crescita economica sostenibile e sostegno di tutti i Paesi

è essenziale un sistema di classificazione delle attività sostenibili(1), ovvero una tassonomia della UE.

A marzo, il Gruppo di Esperti Tecnici (TEG) sulla Finanza Sostenibile ha pubblicato la relazione finale con le raccomandazioni per la tassonomia dell’UE, tra cui un progetto generale(2) e dettagliati criteri(3) per lo screening tecnico. E, a giugno è stata pubblicato il Regolamento UE Taxonomy Regulation(4).

Quali sono le implicazioni e le tempistiche per governi, società e istituzioni finanziarie?

Continua a leggere

No-Risk-Management-Strategy

La mancanza di Risk Management non è una buona strategia

28 August 2020

di Francesco Domenico ATTISANO

No Risk Management… no good Strategy.  La correlazione tra il rischio e la strategia

“La gestione del rischio è strategia e la strategia è essa stessa gestione del rischio d’impresa(1).

In considerazione di ciò, a parere di chi scrive, il risk management benché sia fondamentale per il business aziendale è ancor più vitale per la definizione della strategia da adottare.

In buona sostanza: “Il rischio è parte integrante della strategia di ogni azienda”.

Peraltro, ancora oggi, l’importanza della gestione del rischio d’impresa non sempre è sufficientemente percepita e compresa da tutte le organizzazioni; a tal punto che, talvolta, ci si interroga sull’utilità del risk management o sugli ulteriori costi da affrontare; ma non è così… non si pensa ai vantaggi competitivi che si posso acquisire e ai benefici valoriali e culturali potenzialmente ottenibili.

Continua a leggere