Andrea Danielli

Dal 2011 lavora presso la Sede di Milano della Banca d’Italia, dove si occupa di tutela del cliente e antiriciclaggio. Segue gli sviluppi del fintech per i profili di competenza, e ha analizzato i rischi di riciclaggio connessi alle criptovalute in un ebook pubblicato da Altalex (Bitcoin e criptovalute: Funzionalità e rischi delle monete virtuali). Ha collaborato nel 2014-15 con la Segreteria tecnica del Ministro Giannini. Scrive da anni su diversi blog di politica, economia e innovazione. È presidente dell’associazione Copernicani, think tank che promuove un dibattito critico sulle tecnologie abilitanti della Rete, e sull’intelligenza artificiale.
SOS UIF GDF DNA

Quanto sono sospette le SOS?

19 July 2019

di Andrea DANIELLI

Nel corso dell’attività ispettiva non è raro incontrare transazioni afferenti a operazioni sospette. La loro analisi mostra l’esistenza di fattispecie diverse e di gradi di complessità che ne rendono l’identificazione dipendente dall’esperienza e dall’abilità del reparto AML.

La segnalazione di operazione sospetta è definita dal D.lgs. 231/2007, novellato dal D.lgs. 90/2017(1), nell’art. 35: “I soggetti obbligati, prima di compiere l’operazione, inviano senza ritardo alla UIF, una segnalazione di operazione sospetta quando sanno, sospettano o hanno motivi ragionevoli per sospettare che siano in corso o che siano state compiute o tentate operazioni di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo o che comunque i fondi, indipendentemente dalla loro entità, provengano da attività criminosa”.

Continua a leggere

UIF critpovalute

L’utilizzo anomalo delle criptovalute secondo la UIF

28 June 2019

di Andrea DANIELLI

Nella sua 4° newsletter di maggio, l’Unità di Informazione Finanziaria (UIF) ha trattato le segnalazioni di operazioni anomale inerenti all’utilizzo di criptovalute.

Vi leggiamo che le prime segnalazioni sono pervenute nel 2013 e sono costantemente cresciute negli anni, seppure rimanendo in numero estremamente limitato rispetto ai volumi delle SOS “tradizionali”:  nel 2018 le SOS dovute a un potenziale uso criminoso delle criptovalute sono state infatti solo 499, la metà di tutte le segnalazioni pervenute tra il 1° gennaio 2013 e il 31 dicembre 2018 – complessivamente 898.

Continua a leggere

Finanziamento_Terrorismo

Il nemico invisibile: come intercettare i finanziamenti al terrorismo islamico

27 May 2019

di Andrea DANIELLI

Il finanziamento al terrorismo islamico pone una sfida ai responsabili AML davvero molto impegnativa, per almeno le seguenti ragioni: gli importi transati sono limitati e coperti da attività apparentemente lecite, la conoscenza del terrorismo internazionale da parte dei dipendenti è pressoché nulla e, infine, i software di intercettazione sono scadenti.

Per quanto concerne il primo punto, probabilmente pochi colleghi sono a conoscenza degli importi stimati degli attentati più devastanti(1). Partendo dal più grave, l’attacco dell’11 settembre, ci troviamo di fronte a una operatività altamente sofisticata: Al Qaida ha addestrato più responsabili, provenienti da paesi diversi, per svolgere compiti specifici. La stima del costo varia dai 400 ai 500 mila dollari. Continua a leggere

Cryptomoneta_Rischio

I rischi per chi opera col mondo delle criptovalute

26 March 2019

di Andrea DANIELLI

Lo sviluppo dell’ecosistema delle criptovalute è un’opportunità anche per il tradizionale mondo bancario: in prospettiva, come servizio (pagamenti, gestione automatizzata degli asset), e in pratica, laddove sia richiesta una interazione tra il mondo delle valute fiat e quello delle criptovalute.

Per entrare nel mondo delle criptovalute sono infatti possibili due strade:

scaricare il software per fare mining oppure acquistarle attraverso delle piattaforme di scambio, i c.d. exchange, dove la domanda e l’offerta di criptovalute si incontrano, mediate da valute fiat come dollaro, euro e yen.

Continua a leggere