David Lewis: nella lotta alla Criminalità Finanziaria (FEC) stiamo andando molto male

03 June 2022

Redazione

Nelle settimane passate e, precisamente, venerdì 29 aprile, abbiamo avuto la possibilità di parlare con David Lewis, un’autorità in materia di antiriciclaggio e di Criminalità Economica Finanziaria (FEC). L’incontro è avvenuto in occasione del Congresso Internazionale della Piattaforma Risk & Compliance tenutosi a Bruxelles nella sede di Euroclear.

David Lewis è stato per lungo tempo responsabile della Financial Action Task Force (FATF-GAFI) per la lotta al riciclaggio ed è, oggi, Managing Director e Global Head of Anti-Money Laundering (AML) advisory della divisione Forensic Investigations and Intelligence di Kroll UK.

David Lewis è stato intervistato da Dina-Perla Portnaar che gli ha chiesto, in particolare, come riesce, quotidianamente, a mettere a frutto la sua vasta esperienza globale, aiutando governi, supervisori e banche e istituti finanziari regolamentati a combattere efficacemente il riciclaggio di denaro.

Secondo David Lewis, i maggiori rischi sono rintracciabili nelle capitali finanziarie, New York e Londra. Poi ha parlato anche delle sanzioni – senza precedenti – contro la Russia e dei problemi esistenti per rintracciare gli asset legati alle società di comodo (shell companies). Ha sottolineato quanto sia difficile riuscire a recuperare tutti gli asset di valore. E, di quanto, egli stesso sia molto favorevole e incoraggi il giornalismo investigativo che costituisce una risorsa assai preziosa nella lotta alla criminalità economica finanziaria.

Prima di entrare a far parte di Kroll, David Lewis ha guidato, per alcuni anni, la Segreteria della FATF-GAFI per valorizzare e combinare l’esperienza dei diversi governi per combattere il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e la proliferazione delle armi di distruzione di massa. David Lewis ha anche fondato l’Istituto di Formazione FATF e il primo programma di formazione globale per funzionari governativi.

 



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *