Giuseppe Nucci

Ha lavorato in diverse pubbliche amministrazioni e in due Commissioni parlamentari d’inchiesta, è stato componente e presidente di Organismi di vigilanza ed è Presidente dell’Organismo indipendente di valutazione della performance del Comune di Reggio Emilia. Con responsabilità crescenti - fino a ricoprire il ruolo di Dirigente Generale nelle amministrazioni pubbliche in cui ha lavorato e di Generale di brigata nell'Arma dei Carabinieri - ha diversificato le esperienze operando nei seguenti ambiti: internal audit, pianificazione strategica, organizzazione, personale, ICT, anticorruzione, comunicazione e data protection. Giornalista pubblicista, scrive nel Quotidiano degli Enti locali e della pubblica amministrazione del Sole24ore ed ha pubblicato circa 50 pubblicazioni. Fra cui, recentemente, gli e-book L’internal audit nelle amministrazioni pubbliche (2016) e Controlli interni e risk management nelle amministrazioni pubbliche (2018) e Protezione dei dati personali e GDPR: dai precetti giuridici ai processi organizzativi (2018). Tutti disponibili nella sezione LIBRI. Ha maturato una ventennale esperienza come docente presso istituti universitari e scuole di formazione manageriale. Contatto: giuseppenucci1@gmail.com
Intervista Giuseppe Nucci

Video-Intervista con il Dr. Giuseppe Nucci: la conoscenza è la discriminante nelle organizzazioni

10 January 2020

Redazione

In tutte le organizzazioni e così anche nella Pubblica Amministrazione ci sono aspetti che si possono migliorare. E, oggi, in un contesto esterno sempre più complesso dove azioni e reazioni sono strettamente connesse e, dove il confronto si fa con gli altri Paesi europei, è cruciale non solo il sapere e quindi saper identificare gli aspetti da migliorare ma anche il come fare per migliorarli e, questo è imprescindibile dalla conoscenza del funzionamento della macchina amministrativa e della burocrazia.

Ci pregiamo di intervistare il Dott. Giuseppe Nucci, uno dei nostri Autori storici e, soprattutto, profondo conoscitore del funzionamento delle organizzazioni e della Pubblica Amministrazione.

Continua a leggere

Digital Human

Digitale e Assicurazioni: l’alleanza vincente per l’anti frode

23 July 2019

di Giuseppe NUCCI, Alfonso BALOTTA, Alfredo BORRELLI, Virgilio PANARESE, 

La brand protection, concetto da millennium, può avere una correlazione con la frode, illecito la cui nascita possiamo invece ritenere coeva a quella dell’uomo? Certamente sì e vediamo come.

L’analisi delle realtà societarie mostra continue evidenze secondo cui appare indispensabile rivolgere la massima attenzione al presidio dei rischi aziendali.

L’impatto sui beni intangibili e tangibili (fondamentalmente reputazione e margini) degli eventi critici, infatti, può compromettere le performance aziendali e ciò risulta tanto più probabile e rilevante quanto più la struttura è competitiva nel proprio mercato.

Continua a leggere

privaci  anni 70

Data Protection e GDPR: un sistema complesso o complicato?

03 December 2018

di Giuseppe NUCCI

Questo articolo intende rispondere alla domanda che ne costituisce il titolo e, per far ciò, ho scelto di soffermarsi sul percorso che ha portato all’attuale assetto normativo.

Evitando di partire – come spesso accade nelle disamine evolutive di fenomeni di scottante attualità – da testimonianze più o meno pertinenti risalenti alle storiche civiltà egizie, greche, romane, ecc., con riferimento alle milestones riferite al data protection inizierei dal 7 maggio 1997, e cioè dalla data in cui sul sito del Garante per la protezione dei dati personali veniva pubblicato un comunicato stampa:

“Domani 8 maggio 1997 entrerà in vigore un’importante legge che attiene alla raccolta e all’elaborazione delle informazioni di carattere personale (L. 31 dicembre 1996, n. 675).

Continua a leggere

RobotCompliance

Le tecnologie digitali al servizio della Compliance: una rivoluzione culturale

17 September 2018

di Giuseppe NUCCI

Ho letto in un libro scritto da due scienziati del Massachussetts Institute of Technology che, dopo la rivoluzione industriale – che ha inaugurato la prima età delle macchine dell’umanità – i computer e le altre innovazioni digitali rappresentano la seconda rivoluzione, facendo per la nostra forza mentale ciò che fu fatto dalla macchina a vapore per la forza muscolare (E. Brynjolfsson, A. McAfee, La nuova rivoluzione delle macchine, Feltrinelli, 2015).

È chiaro che, come per tutte le rivoluzioni, occorre adeguarsi al nuovo ordine delle cose e, quindi, non soltanto alle ricadute di natura tecnica ma anche, anzi soprattutto, a quelle culturali.

Continua a leggere

data_protection_officer

Il DPO: compiti e requisiti professionali ai sensi del GDPR

03 July 2018

di Giuseppe NUCCI

Il Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer): quando è necessaria la nomina, cosa fa e quali sono i suoi doveri. 

ll General Data Protection Regulation (GDPR), applicabile dal 25 maggio scorso, ha introdotto, nella platea degli attori “tradizionali” – costituita dal “Titolare”, dal “Responsabile” e dall’ “Incaricato” – la figura del Responsabile della protezione dei dati(1), ormai noto con l’acronimo DPO (Data Protection Officer).

Si tratta di un nuovo ruolo che è facoltativo ad eccezione dei seguenti casi, in cui invece è obbligatorio, raggruppabili secondo:

Continua a leggere

PubblicaAmministrazione

Pubblica amministrazione: governance e controlli

17 April 2018

di Giuseppe NUCCI

Nei precedenti articoli ho esaminato alcune tipologie di controllo che sono utilizzate nel settore pubblico. Alcune di esse – come l’attività di internal audit e la responsabilità amministrativa da reato degli enti, ex d. lgs. n. 231/2001 – vengono praticate nel settore privato mentre altre – la valutazione della performance, ex d. lgs. n. 150/2009 – sono proprie delle amministrazioni pubbliche.

Prima di procedere a trattare ulteriormente il sistema di controllo “pubblico”, ho ritenuto utile, in questo articolo, focalizzare l’attenzione su un elemento fondamentale che condiziona il modo di concepire e di attuare i controlli nella pubblica amministrazione: la governance pubblica.

Per definire la governance in generale, una definizione molto efficace è quella di Adrian Cadbury, secondo la quale la governance corporate (e cioè la governance dell’organizzazione) è il modo in cui l’impresa è governata e controllata(1). In questo senso assume rilievo centrale il concetto di checks and balances, il cosiddetto sistema di pesi e contrappesi, che si riferisce alle procedure che mirano a ridurre il rischio della concentrazione del potere decisionale in un unico organo e che si attua definendo chiaramente le competenze spettanti a ogni soggetto e favorendo la cooperazione di tutti gli attori organizzativi nell’esercizio delle proprie funzioni.

Continua a leggere

Performance

Il controllo pubblico sulla performance

22 November 2017

di Giuseppe NUCCI

Una delle cause “di sistema” che impediscono alla pubblica amministrazione, nel suo complesso, di uscire da un diffuso e persistente stato di inadeguatezza – fatti ovviamente salvi i casi virtuosi – è rappresentata dall’insufficiente ancoraggio delle attività ai risultati.

Per questo motivo, in tempi piuttosto recenti, accanto ai controlli di conformità è stato introdotto un controllo sulla performance, disciplinato dal decreto legislativo n. 150 del 2009(1) , che riguarda tutte le strutture pubbliche.

La normativa mira a realizzare un concetto di “performance management” che presuppone una visione sistemica in assenza della quale si rischia – nel migliore dei casi – di costruire un sistema di obiettivi privo di una coerenza di fondo, più orientato alla valutazione della performance individuale, per la distribuzione degli incentivi, che alla gestione della performance complessiva, in un’ottica di creazione di valore pubblico per la collettività.

Continua a leggere