FED Sede

FED: uno sguardo al Bilancio

20 January 2020

di Ivo INVERNIZZI

Federal Open Market Committee (FOMC) di dicembre: un’analisi comparativa con ottobre

Nei verbali del FOMC pubblicati dopo l’annuncio di ottobre, troviamo alcune considerazioni interessanti relative alla politica delle riserve ufficiali, in particolare: “i benefici dei programmi di acquisto di attività (titoli) su larga scala sono stati significativi e che molti dei potenziali costi di tali programmi non si sono concretizzati o si sono manifestati in misura minore rispetto alle attese

Qui il messaggio forte di Fed è che un oculato incremento delle riserve (lato passività di Stato Patrimoniale Fed) deve necessariamente accompagnarsi all’acquisto di titoli (lato Attività di Stato Patrimoniale)”.

Il verbale prosegue nello specificare che: ” Nel considerare strumenti politici che la Federal Reserve non aveva usato nel recente passato, i partecipanti hanno discusso dei vantaggi e dei costi dell’utilizzo degli strumenti di bilancio per limitare i tassi sui titoli Treasury a breve o lunga scadenza mediante operazioni di mercato aperto, se necessario. Alcuni partecipanti hanno riscontrato vantaggi nel limitare i tassi di interesse a più lungo termine, una variabile che influenza più direttamente i consumi delle famiglie e delle imprese. Inoltre, il verbale specifica che “limitare i tassi d’interesse a lungo termine utilizzando strumenti di bilancio con orizzonte temporale contenuto, ovvero acquisti di titoli a brevissimo, se ritenuti credibili dagli operatori del mercato, potrebbe richiedere una quantità inferiore in valore assoluto di acquisti di attività al fine di fornire un effetto sostanzialmente simile a quello di un programma basato su acquisti di titoli di Stato con scadenza più lunga“.

Si osservi che la Fed non abbia inteso discutere dei problemi relativi al mercato del funding e si osservino tra essi il non sempre eccellente funzionamento del mercato dei Fed Funds. Fed sembra concentrarsi su un unico orientamento forte, ovvero immettere sui mercati massicce quantità di liquidità a difesa della stabilità dei tassi. D’altro lato,

  1. si osservi che questo intervento centrale sembrerebbe provocare l’effetto indesiderato di alterare il normale trading dei Fed Funds.
  2. Si osservi, inoltre, che nel verbale FOMC di novembre non si fa menzione di alcuna misura aggregata di HQLA (High Quality Liquid Assets) cioè di attività liquide o prontamente liquidabili.

Veniamo ora all’osservazione dettagliata delle poste patrimoniali Fed.  Per quanto riguarda il periodo di riserva concluso mercoledì 4 dicembre 2019, le attività di bilancio della Fed sono aumentate di 35,1 miliardi di dollari portandosi a 4,114 miliardi di dollari.

  • Le posizioni in titoli Treasury sono aumentate;
  • le posizioni in Mortgage Backed Securities sono diminuite;
  • le posizioni in titoli di debito emessi da agenzie governative sono rimaste invariate.

Se da un lato le disponibilità in titoli Treasury di System Open Market Account (SOMA) sono in aumento rispetto alle osservazioni precedenti, d’altro lato il portafoglio di MBS (Mortgage Backed Securities) ha proseguito nel proprio trend di riduzione.

Durante il periodo di normalizzazione, quando la Fed stava riducendo sia le proprie disponibilità in Treasuries di SOMA sia quelle in MBS, si era riscontrata una diminuzione generale in titoli pubblici dal lato attivo di stato patrimoniale Fed. Il processo di normalizzazione si è concluso all’inizio di agosto 2019. Osservando in modo più attento il livello comparato dei Treasury e MBS nell’attivo di bilancio Fed, si nota che le posizioni Treasury sono ora in aumento e le posizioni di MBS sono in calo a causa del programma di reinvestimento. L’aumento delle disponibilità di Treasury si è attestato a 114 miliardi di dollari di acquisti di titoli nell’ambito del cosiddetto ‘reserve managementFed, il programma di gestione delle riserve.

È ben noto che la Fed di New York altro non è che il braccio operativo del FOMC per quanto attiene l’implementazione concreta delle azioni di politica monetaria lato liquidità. New York Fed ha annunciato i suoi piani per l’acquisto di Treasury, uno degli strumenti utilizzati nella gestione delle riserve, mantenendo invariato il ritmo degli acquisti a 60 miliardi di dollari al mese.

A ulteriore conferma di questo orientamento di tipo ‘soft quantitative easing‘ il presidente Fed Jerome Powell ha dichiarato ai giornalisti che il FOMC potrebbe prendere in considerazione l’ampliamento dei propri stock di titoli Treasury funzionale alla gestione delle riserve. Acquisti questi che potrebbero includere titoli con cedola a breve termine, se necessario, al fine di alleviare le tensioni di liquidità nei mercati monetari. Infine, la New York Fed ha fatto sapere che una nuova politica di acquisti, mirata ad aumentare l’attivo del bilancio, “avrà lo stesso scopo degli acquisti di titoli Treasury introdotti prima della crisi finanziaria. Tale scopo si sintetizza nell’espandere la dimensione assoluta del portafoglio SOMA (System Open Market Account) con un orientamento alla riduzione temporale della duration media (principalmente breve termine) degli asset acquistati, con conseguente riduzione nel rischio tasso per gli attivi finanziari Fed.

In sintesi, è ragionevole concludere che non siamo in presenza di un Quantitative Easing classico alla europea in stile BCE, ma certamente di un’azione di stabilizzazione che interessa la parte breve della curva dei rendimenti del governativo americano, i Treasury Bill.

 

to be continued 2/3

LEGGI QUI l’articolo precedente  1/3,   La FED e l’espansione economica: i tagli possono aspettare

LEGGI QUI l’articolo successivo   3/3,   FED: liquidità, reazioni dei mercati e attese 2020

 


Per approfondimenti e normative, consultare i seguenti link e/o riferimenti:

Federal Reserve issues FOMC statement, December 11, 2019

Federal Reserve issues FOMC statement, October 30, 2019

Implementation Note issued December 11, 2019

Statement Regarding Repurchase Operations, New York FED, Operating Policy, December 12, 2019

Federal Reserve Board and Federal Open Market Committee release economic projections from the December 10-11 FOMC meeting 

Federal Open Market Committee – December 11, 2019: FOMC Projections materials, accessible version



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *