GDPR e CYBERSECURITY. Guide Pratiche e Infografiche

12 August 2019

Risk & Compliance con piacere ha selezionato alcune Guide Pratiche e Infografiche utili e fondamentali in tema di GDPR e CYBERSECURITY.

Le Guide hanno un carattere pratico, operativo e sono veloci da leggere e consultare.
Sono scaricabili gratuitamente, in formato pdf e senza la richiesta di credenziali.

Sempre più spesso si sente parlare di minacce informatiche, cyber attacchi, dati e info rubati. La sicurezza informatica è uno dei punti di maggiore vigilanza che investe trasversalmente aziende di ogni dimensione e di tutti i settori.
La situazione è amplificata perché quasi tutti i processi e i servizi vitali dipendono completamente dall’IT. La dipendenza da processi e sistemi digitalizzati fa sì che i danni possano avere un effetto domino potenzialmente distruttivo.

I cyber attacchi sono spesso condotti con metodi semplici e, in molti casi potrebbero essere fermati – con notevole limitazione dei danni – grazie all’adozione di contromisure fondamentali. Per ridurre i rischi dei cyber attacchi occorre agire potenziando gli strumenti di difesa. È l’unica strada perché influenzare l’evoluzione del tipo di minacce o la crescente interdipendenza nelle organizzazioni è un’azione troppo complessa.

Le minacce alla sicurezza informatica possono provenire dall’esterno ossia da criminali e/o Paesi – principalmente Cina, Iran e Russia – che attraverso malware o software specifici intendono bloccare e sabotare le attività nonché rapinare dati e/o soldi alle aziende. I criminali a volte si infiltrano nel sistema aziendale facendo finta di essere dipendenti dell’organizzazione. Ma le minacce possono provenire anche dall’interno dell’azienda a causa di approssimazione e negligenza (i.e. file con dati sensibili inviati per errore) nonché di malafede come nel caso di colleghi, partner o fornitori primari che fanno sparire segreti aziendali o sabotano i processi aziendali.

La legislazione europea sulla Privacy ha influenzato positivamente le aziende europee che hanno investito di più nella sicurezza informatica e rafforzato i propri sistemi. All’obiettivo iniziale di impedire alla criminalità di accedere e rubare i dati di clienti e delle loro carte di credito si è aggiunta la necessità di tutelare i businessplan, le strategie, la proprietà intellettuale. La tutela è completata solo con l’investimento nella cultura aziendale e nella definizione di regole chiare. L’errore di un dipendente spesso è conseguenza di mancanza di formazione.

 

Cliccate questo link, GDPR e CYBERSECURITY. Guide Pratiche e Infografiche

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *