News

npl

La visione di Banca d’Italia nella gestione dei crediti deteriorati e Un’ipotesi di controllo di secondo livello in materia

15 August 2017

Autore: Luca Antonio Ponzio, Compliance Officer presso Hypo Alpe-Adria-Bank SpA

 

Premessa

Nell’attuale scenario storico del settore bancario in Italia, la riduzione in modo sostenibile dei non performing loans (NPL) all’interno dei bilanci bancari (d’ora in avanti definito come il “Progetto”) non potrà che essere svolta in modo graduale e con modalità appropriate e coerenti con l’interesse diffuso dei creditori delle banche, in particolar modo gli azionisti, i dipendenti/collaboratori e le economie dei territori, ossia aziende e famiglie(1).

Continua a leggere

Crescita e Cooperazione Internazionale. Relazione della 87a Assemblea Annuale BIS

26 July 2017

di Bank for International Settlements

L’Assemblea Annuale della Banca dei Regolamenti Internazionali (Bank for International Settlements, BIS), si è tenuta a Basilea lo scorso 25 giugno e ha visto interventi e presentazioni di: - Jaime Caruana, Direttore Generale - Claudio Borio, Capo del Dipartimento monetario ed economico - Hyun Song Shin, Consigliere economico e Capo della Ricerca

Come si legge nella 87a Relazione Annuale pubblicata dalla BIS, l’attuale fase espansiva rappresenta un’opportunità per accrescere la resilienza dell’economia, ovvero rafforzarne la capacità, a livello mondiale, di resistere agli shock, di adattarsi ai mutamenti delle tendenze, nonché di prevenire l’insorgere di squilibri.

Continua a leggere

BCC banche credito cooperativo

IL CREDITO COOPERATIVO TRA RIFORMA E UNIONE BANCARIA

23 July 2017

di Daniele Corsini e Gerardo Coppola

 

Nelle ultime settimane l’impegno richiesto dal disinnesco delle crisi di Mps, delle due Venete e di Carige ha deviato l’attenzione dagli sviluppi della riforma del sistema del credito cooperativo che, per dimensione, occupa la terza posizione nella graduatoria delle banche italiane.

Nel 2016 è stata avviata infatti la riforma delle BCC, funzionale a rafforzare l’intero movimento per non mancare l’appuntamento della Unione Bancaria. L’appartenenza a un gruppo bancario cooperativo sarà condizione per ottenere l’autorizzazione a esercitare l’attività bancaria in forma di BCC.

Continua a leggere

Video Intervista

Ingrid gacci: obiettivi e futuro della piattaforma Risk & Compliance Italia

18 July 2017

Risk & Compliance TV intervista in esclusiva Ingrid Gacci, responsabile dello sviluppo per l’Italia della piattaforma Risk & Compliance Platform Europe. Gacci ci racconta come è nata l’idea della Piattaforma Europea e la necessità e l’importanza di creare una community trasversale ed europea di professionisti che operano nel settore del Risk Management e della Compliance. La Piattaforma si rivolge non solo ai professionisti del settore ma comprende anche l’Alta Direzione delle aziende dei servizi finanziari e, a tendere, degli altri settori imprenditoriali.

Domande e richieste di chiarimenti possono essere indirizzate direttamente a gacci@riskcompliance.it

BINCK BANK sponsor 2017-2022 del Giro del Belgio e dei Paesi Bassi

16 July 2017

Da sempre in tutto il mondo quando si parla di biciclette si pensa subito all’Olanda. Dal 2017 le biciclette saranno associati indissolubilmente al mondo della finanza online grazie alla sponsorizzazione per il 2017-2022 di BinckBank della corsa ciclistica a tappe di Olanda e Belgio.

Lo sport di resistenza e il trading hanno molto in comune, in particolare per quanto riguarda la pianificazione strategica, la consapevolezza delle proprie risorse e gli aspetti psicologici e motivazionali. La gestione emotiva nel trading, come nel ciclismo, è infatti uno degli elementi chiave per riuscire ad implementare con successo la propria strategia.

Prestazioni, potenza e istinto sono cruciali per ottenere buoni risultati. Proprio come la resilienza e la perseveranza, anche la capacità di adattarsi a qualsiasi cambiamento o di sapere quando puntare i tacchi quando necessario sono indispensabili. Continua a leggere

Vincenzo Giovanni Dragone
Vincenzo Giovanni Dragone

La riforma delle banche di credito cooperativo

15 July 2017

di Vincenzo Giovanni Dragone

 

La legge 8 aprile 2016, n. 49, recante la riforma del credito cooperativo, ha introdotto nel Testo unico bancario (TUB) l’istituto del “gruppo bancario cooperativo”; il quadro normativo si è completato con la disciplina di attuazione emanata da Banca d’Italia con la Circolare n. 285 del 2013, 19° aggiornamento del 2 novembre 2016.

Il modello disegnato dal legislatore prevede un gruppo composto da un intermediario bancario quale capogruppo, costituito in S.p.A. e dotato di un patrimonio netto di almeno un miliardo di euro, e dalle banche di credito cooperativo (BCC) affiliate alla capogruppo attraverso un contratto, detto “di coesione”. La disciplina in parola apre alla possibilità di più gruppi, purché sia rispettato – tra l’altro – il requisito patrimoniale richiamato.

Continua a leggere

Coperina Libro Corsini Coppola

I nostri autori Corsini e Coppola sul Corriere della Sera

09 July 2017

Nell’articolo del 19 giugno 2017 su L’Economia, inserto del Corriere della Sera, Federico Fubini presentando il libro “Per stare tranquilli in Banca” di Daniele Corsini e Gerardo Coppola ne valorizza l’impostazione multifunzionale.

L’approccio molto pragmatico che i due autori hanno privilegiato permette la fruizione del testo in termini di:

analisi di mercato sui ritardi accumulati dalle banche italiane, manuale per l’educazione finanziaria e per la tutela del consumatore, instant book sul futuro sviluppo della industria dei pagamenti in Italia.

 

Articolo Corriere della Sera

Libro: Per stare tranquilli in Banca

Continua a leggere

Salvatore Carrano
Salvatore Carrano

Genesi, Normativa e Stato Attuale delle Fondazioni di origine bancaria – Parte 4 (conclusioni)

02 July 2017

di Salvatore Carrano

 

Lo stato attuale delle Fondazioni: da Fondazioni di origine bancaria a comuni Fondazioni

“Le Fondazioni non hanno una proprietà esterna, non hanno cioè azionisti che possano indirizzare l’istituzione verso un certo tipo di gestione e che possano rivendicare i dividendi corrispondenti al frutto di una buona gestione. Le Fondazioni, in effetti, appartengono a se stesse, non hanno un fine di lucro specifico, nel senso che non devono remunerare un capitale, non attribuiscono a terzi alcun dividendo. Gli amministratori sono nominati, secondo le norme statutarie, in modo da rendere possibile il raggiungimento dei fini istituzionali, spesso esplicitati nell’aiuto alle classi povere, nella promozione dell’arte e della cultura, nell’aiuto alle iniziative assistenziali e sanitarie, con un riguardo specifico alla zona geografica di insediamento”.

Il virgolettato appena sopra è una sapiente quanto dettagliata descrizione del prof. Tagliavini, risalente a venti anni or sono, che pennella il modello ideale e lo stato attuale delle Fondazioni.

Continua a leggere

Veneto-Banca1

La BCE dichiara che Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza sono in fase di fallimento

28 June 2017

Il 23 giugno, la Banca Centrale Europea (BCE) ha segnalato che Veneto Banca S.p.A.  e Banca Popolare di Vicenza S.p.A.  sono in fase di fallimento o potrebbero fallire in quanto le due banche ripetutamente hanno violato i requisiti di capitale. La dichiarazione è effettuata secondo gli articoli 18(1a) e 18(4a) della regolamentazione del “Single Resolution Mechanism” (SRM).  La BCE ha dato tempo alle banche di presentare piani aziendali, ma le banche non sono state in grado di offrire soluzioni credibili per il futuro.

Continua a leggere

Giuseppe Nucci
Giuseppe Nucci

L’organismo di vigilanza nel sistema 231: i flussi comunicativi

26 June 2017

di Giuseppe Nucci

Come preannunciato nell’ultimo articolo, ci soffermeremo ora sulle comunicazioni che interessano l’OIV e, in cioè, sui flussi informativi.

L’art. 6 comma 2 lett. d) del d. lgs. n. 231 stabilisce che il modello preveda “obblighi di informazione nei confronti dell’organismo deputato a vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli”, rimandando, quindi, l’individuazione di tali strumenti all’autonomo potere di autorganizzazione di ogni ente.

Continua a leggere