VIDEO: EPPO un alleato europeo nella lotta alla corruzione

11 October 2021

Redazione

Nei giorni scorsi c’è stato il primo evento italiano che ha coinvolto i magistrati e gli esperti della “super” procura europea EPPO (European Public Prosecutor’s Office). Il Convegno ha visto la partecipazione straordinaria di una Delegazione dell’Ufficio Centrale di EPPO in Lussemburgo.

Il Convegno organizzato da AITRA in collaborazione con Risk & Compliance ha avuto il patrocinio del Ministro della Giustizia, Marta Cartabia e del Procuratore Capo di EPPO, Laura Kövesi.

Risk & Compliance ITALIA con piacere ha realizzato un breve video con un estratto degli interventi di tutti i partecipanti. E, per chi vuole, è disponibile in accesso libero anche il video integrale di tutto il Convegno.

EPPO è la “super” procura europea – costituita a giugno 2021 – che si occupa di tutelare il bilancio dell’UE da: corruzione, frodi, frodi IVA transfrontaliere e riciclaggio, incluso l’uso illecito dei sussidi come il Recovery Fund.

L’importanza dell’evento e della partecipazione di EPPO si riassume con un dato. Secondo le stime – a livello UE e nell’arco di un solo anno, il 2018 – le frodi transnazionali sono state la causa di una perdita di circa 140 miliardi di Euro di gettito IVA. E le cifre per il 2020 potrebbero essere più elevate a causa degli effetti della pandemia COVID-19 sull’economia dell’UE.

L’EPPO rappresenta una novità assoluta nel sistema giuridico dell’Unione Europea. Previsto dal Trattato di Lisbona è stato istituito con Regolamento (U.E) 2017/1939. L’EPPO funziona con una struttura su due livelli. Uno centrale con sede in Lussemburgo, un livello decentrato nei vari Stati con vari Procuratori Europei Delegati (PED). L’Italia è fra i 22 Stati membri che hanno aderito alla cooperazione giudiziaria rafforzata e all’EPPO.

Qui la locandina del Convegno con tutti i Relatori.

 

Grazie a tutti gli stimati Relatori che hanno contribuito al successo del Convegno.     E, Buona Visione!



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *