Vincenzo Giovanni Dragone

Compliance Officer presso il Gruppo bancario Iccrea. In precedenza ha ricoperto il ruolo di General Counsel del Gruppo Nextam Partners, manager presso KPMG International e Legal Counsel presso il Gruppo Borsa Italiana. Esperto in compliance normativa, antiriciclaggio, sistemi di controllo interno, regolamentazione finanziaria e profili di vigilanza, ha conseguito un MBA presso SDA Bocconi.
CreditoCooperativoBCC

La riforma delle banche di credito cooperativo

15 July 2017

di Vincenzo Giovanni DRAGONE

La legge 8 aprile 2016, n. 49, recante la riforma del credito cooperativo, ha introdotto nel Testo unico bancario (TUB) l’istituto del “gruppo bancario cooperativo”; il quadro normativo si è completato con la disciplina di attuazione emanata da Banca d’Italia con la Circolare n. 285 del 2013, 19° aggiornamento del 2 novembre 2016.

Il modello disegnato dal legislatore prevede un gruppo composto da un intermediario bancario quale capogruppo, costituito in S.p.A. e dotato di un patrimonio netto di almeno un miliardo di euro, e dalle banche di credito cooperativo (BCC) affiliate alla capogruppo attraverso un contratto, detto “di coesione”. La disciplina in parola apre alla possibilità di più gruppi, purché sia rispettato – tra l’altro – il requisito patrimoniale richiamato.

Continua a leggere

MIFID II

Le nuove forme di protezione degli investitori al dettaglio – La product governance nella MiFID II.

29 January 2017

di Vincenzo Giovanni DRAGONE

A seguito delle crisi finanziarie del 2007 e, più di recente, di quelle che hanno interessato il sistema creditizio, si assiste a un intensificarsi di interventi da parte delle autorità regolatorie europee e nazionali mirati a disegnare un quadro uniforme di tutele per i consumatori. Tra questi, un ruolo centrale rivestono le misure inerenti alla product governance – ovverosia le regole organizzative e di condotta che riguardano la creazione e distribuzione di prodotti finanziari – ritenute quali efficace strumento di protezione in un mercato che vede il progressivo accrescersi dell’offerta di prodotti bancari, finanziari e assicurativi a clientela al dettaglio (cd. “retailisation”).

Continua a leggere